Colonne

colonne di distillazione

SMC offre la migliore tipologia di colonne di distillazione perfette ad ogni uso e per la gestione di ogni tipo di liquido o vapore. Le nostre colonne di distillazione risponde ai principali criteri di sicurezza e garantisce le migliori performance. La nostra azienda, inoltre, è dotata di tutte le certificazioni ambientali e relativa alla sicurezza, relativa ai macchinari in dotazione, non solo le colonne di distillazione , ma anche diversi tipi di scambiatori calore e molto altro ancora. Le colonne di distillazione servono per garantire l’equilibrio liquido –vapore ed è la condizione in cui la fase liquida e la fase a vapore si trovano in perfetto equilibrio termodinamico tra di loro. Nelle colonne di distillazione si viene così a creare un equilibrio dinamico in cui la velocità del liquido è uguale alla velocità di condensazione del vapore, in maniera da interessare il collegamento del liquido-vapore da scambi continui di materia tra le due fasi.

Nelle colonne di distillazione la concentrazione del vapore, che si trova in equilibrio con il liquido viene detta pressione di vapore ed è legata in maniera molto stretta al sistema termodinamico e alla temperatura. Le colonne di distillazione si basano sulla legge di Raoult in base alla quale le condizioni di equilibrio tra liquido e vapore si verificano in un dato intervallo di temperatura e di pressione. Le colonne di distillazione sono è spesso rappresentate in specifici diagrammi che segnalano il comportamento del gas liquido fatto comunque della stessa sostanza, con la segnalazione dei quello che viene generalmente considerato il punto critico, ovvero il punto in cui la forza termodinamica è più alta. Le colonne di distillazione si serve di diagrammi per calcolare il numero ed effettuare con la massima precisone e sicurezza l’operazione unitaria di distillazione. Infatti, la distillazione si basa su un sistema di due componenti in cui la curva di equilibrio si sposta verso il componente più volatile, ovviamente il vapore e per questo il sistema va continuamente monitorato ed occorre affidarsi ad un prodotto altamente performante ed efficace.

Le colonne di distillazione sono comunemente usate nelle tecniche di distillazione, che si sviluppano anche oltre il campo di distillazione dei liquidi alcolici ed abbraccia settori industriali molto importanti. Le colonne di distillazione sono infatti utilizzate dalle industrie dei prodotti petroliferi e serve per lo scambio e la separazione in costituenti diversi dell’aria e del gas, ma anche di costituenti del catrame ed altre tipologie similari. Le colonne di distillazione si basano sul principio di funzionamento in base al quale le miscele liquide sono diverse dalla composizione dei vapori e devono quindi instaurarsi su un equilibrio termodinamico che, però, dipende molto anche dalla composizione del liquido ed in casi speciali la distillazione può non avere luogo né tantomeno la rettifica. Le colonne di distillazione si basano quindi sulla composizione del distillato in funzione della sua quantità, rispetto alla quantità iniziale ed è questo il principio di massima con cui avvien la maggior parte delle tipologie e di processi di distillazione, anche su scala industriale.

Nelle colonne di distillazione l’equilibrio della distillazione deve essere a pressione costante ed agire in base al principio della condensazione parziale del vapore. In base a questo principio, nelle colonne di distillazione , una parte del vapore, portato in contatto con una miscela liquida ed una superficie più fredda, si condensa. In questo modo, all’interno delle colonne di distillazione la quantità di vapore condensata sarà più o meno grande in base alla quantità di calore asportata dalla superficie fredda ed il componente meno volatole del vapore, tende a condensarsi lasciando non condensato una parte di vapore. Questo processo, nel funzionamento delle colonne di distillazione si chiama curva di arricchimento ed è funzionale alla produzione di una miscela bonaria utilizzata in maniera massiccia dall’industria.

Il processo descritto nel funzionamento delle colonne di distillazione è anche lo stesso che genera il riscaldamento delle caldaie, che avviene in piccoli apparecchi percorsi da vapore. Nella pratica industriale questo avviene nelle serpentine e nella caldaia avviene al funzione vera e propria di separare il vapore dal liquido. Le colonne di distillazione presenti all’interno delle caldaie possono anche fungere da agitatori meccanici per liquidi molto viscosi e per separare, quindi, le componenti più viscose dei liquidi. Per una questione di risparmio, spesso nelle colonne di distillazione si impiega il vapore acqueo come fluido intermedio che consente agli apparecchi statici o iniettori di mettersi al posto dei compressori in movimento. Il processo in ci è coinvolto quindi le colonne di distillazione ovvero la distillazione e la rettifica di gas tecnici ed aria a bassissime temperature per produrre azoto, ossigeno, idrogeno ed altro ancora, avviene a temperatura ordinaria e con il recupero dei gas uscenti dalle colonne di rettifica. Le colonne di distillazione possono essere molto utili anche per il processo di distillazione molecolare utilizzata oggi nelle grandi applicazioni industriali ed avviene a temperatura limitata e sotto un vuoto molto elevato. Le colonne di distillazione sono quindi molto utili per la distillazione di oli minerali, grassi, bitumi, derivati dal catrame e allo stesso tempo è impiegata nell’industria alimentare e farmaceutica, nella produzione di vitamine solubili in grassi, penicillina e molto altro ancora.

.
  • Colonna con piatti interni forati Mat. AISI 316 L - Collaudato LLR Mat. AISI 316L
  • Colonne Colonna con riscaldamento a mezzo serpentino 1200 x 28000. Mat. AISI 317 Collaudato ISPESL
  • Colonna con riempimento anelli rasching Mat. AISI 316L Ð Collaudato LLR ASME
  • Colonna con piatti interni Sulzer Mat. AISI 316 - Collaudato LLR ASME