Forni rotanti

forni rotanti

I forni rotanti sono largamente impiegati in vario settori industriali ed hanno e sono spesso componenti integrate di impianti per la miscelazione, impianti di essiccazione ed altre tipologie di macchinari. I forni rotanti hanno in genere una forma cilindrica e possono essere formati di rulli di rotolamento con fasce metalliche rinforzate e con capacità di rotazione assicurata da trasmissione meccanica a catena, ruote oppure ingranaggi. I forni rotanti so no anche dotati di tamburo o rulli in base alle diverse tipologie di applicazioni meccaniche.

Nei forni rotanti il materiale di costruzione può essere diverso in base al materiale che al suo interno viene trattato, che può essere alimentare, corrosivo o non corrosivo, fondente e così via. I forni rotanti possono quindi essere realizzati in acciaio inossidabile, in lega e in altri materiali termoresistenti, in cui la struttura portante in genere viene realizzata per rispettare gli standard di qualità e di sicurezza previsti dalla legge. Il calore nei forni rotanti avviene in maniera diretta o indiretta, quindi per trasferimento di aria calda in circolo e prodotta da un generatore esterno di calore, oppure da forni rotanti dotati di appositi bruciatori.

Un altro modo con cui i forni rotanti acquisiscono la loro fonte di calore è per irraggiamento diretto, mediante energia radiante: questo meccanismo è alla base del funzionamento di pannelli solari e saline. I forni rotanti funzionano anche in maniera rigenerativa, ovvero il calore è inviato direttamente all’interno della camera di mattoni inerti o in unità rotanti in lamierino. Questa tipologia di forni rotanti è la stessa che è alla base del funzionamento degli scambiatori calore.

All’interno dei forni rotanti, il materiale è in grado di avanzare versoi gas caldi in movimento: impianti del genere sono chiamati forni rotanti equi corrente, mentre nel caso in cui i materiali si muovano in senso opposto si chiamano forni rotanti contro corrente. L’uso di questi impianti è massiccio poiché i settori industriali sono tantissimi, si va dai processi di essicamento al trattamento termico dei metalli e dei minerali, dalla calcinazione catalizzatori e prodotti chimici alla cottura di vari materiali, all’industria del cemento, alla fusione ed incenerimento dei rifiuti.

I forni rotanti sono impiegati in settori industriali come il petrolchimico, il chimico, con impianti che sono riscaldati mediante irraggiamento e tramite correnti transitanti al loro interno. I forni rotanti delle raffinerie, ad esempio, sono utilizzati per la fusion dei metalli e per la miscelazione di fluidi e funzionano come scambiatori di calore per il passaggio da uno stato all’altro e per la produzione di composti e metalli per l’industria pesante. SMC è leader nella produzione di forni rotanti e nasce nel 1981 a Spresiano (TV), mettendo a frutto le esperienze maturate dai Soci fondatori in oltre vent’anni nel settore della caldareria e carpenteria meccanica.

Prima di avviare una massiccia produzione di forni rotanti destinati a svariati settori industriali, l’attività produttiva di SMC inizialmente consiste nella costruzione di apparecchiature destinate all’industria chimica, petrolchimica ed agroalimentare su specifiche del Cliente. Nel corso degli anni viene consolidata la specializzazione e la vasta esperienza nel settore dei forni rotanti e non solo, prendendo in considerazione la vasta gamma di macchinari estesa anche ad altri settori, offrendo al cliente un servizio di consulenza tecnica e progettazione. SMC oggi è una solida realtà, che conta 30 dipendenti in grado di realizzazione impianti di produzione in tutti i settori: i nostri forni rotanti servono per l’industria Chimica, alimentare, farmaceutica e con un alto grado di specializzazione.

.
  • Forno rotante
  • Forno per la produzione di carbon black
  • Forno per la zincatura a secco
  • Fase di montaggio di un forno a tre stadi
  • Forno di ceramizzazione graniglia
  • Forno di incenerimento per rifiuti ospedalieri